Un breve guida di come bypassare la censura che l’aams usa per i bookmakers non aams

L’oggetto di questo articolo è abbastanza chiaro e la nostra ‘missione’ sarà quella di spiegare nel dettaglio, innanzitutto, cosa si intenda con l’acronimo VPN. Tempo addietro non si sarebbe mai immaginato di arrivare sin qui, ma ora e sempre più spesso moltissimi utenti scelgono questi strumenti e servizi al fine di proteggere la propria privacy online. Sentiamo spesso e volentieri parlare di privacy violata in ogni dove, di tracciamenti, di posizioni intercettate semplicemente agganciando le celle dei nostri dispositivi mobili. Ma ora scopriamo più da vicino cosa siano questi servizi di VPN.


Che cos’è una VPN?


Una domanda secca a cui va data una risposta immediata a mò di definizione. Il nome VPN altro non è che l’acronimo di Virtual Private Network (rete virtuale privata). E’ una rete privata stabilita fra soggetti attraverso una rete pubblica. Un esempio tipico di rete privata è quella LAN che troviamo quasi sempre all’interno di aziende e istituzioni, la quale crea un collegamento fisico fra tutti i componenti della rete. Questi sono infatti vicini e fisicamente messi in comunicazione fra loro.


VPN router

Nella VPN la connessione funziona in maniera identica, ma collegando fra loro soggetti che sono distanti e non vicini come detto sopra. Soggetti presenti anche in continenti diversi, i quali vengono messi in collegamento per mezzo di un protocollo comune criptato e attraverso la rete pubblica, ovvero Internet. Facciamo un esempio pratico per capire meglio. Mi trovo in Sudamerica e voglio vedere in streaming i canali della Rai in Italia. Tramite i servizi di VPN, riuscirà a connettrmi a un server in Italia, risultando in questo modo all’interno della rete del server italiano e potrò vedere la TV in Streaming italiana altrimenti bloccata.


A cosa serve una VPN?


Sulla scia dell’esempio, diventa anche più facile capire a cosa serve una VPN. Con tale possibilità, in qualunque parte del mondo sia l’utente, questo potrà accedere a ogni genere di servizio online esistente senza blocchi e censure, in modo sicuro per quanto riguarda i propri dati. In altre parole, se hai una VPN che cripta tutti i dati in ingresso e uscita, la propria privacy sarà garantita al 100%, con la trasmissione dati oppure gli acquisti fatti tramite carta di credito che verranno dunque protetti senza possibili intrusione di terzi. In conclusione con una rete VPN la navigazione diventa anonima, sicura e senza tracciamenti, mentre al contrario senza di essa, il proprio provider di connessione internet sa dove si naviga, a chi si invia la posta elettronica, quali siti si utilizzano di sovente, che musica ascolto utilizzando i vari portali specifici e via discorrendo.


Usare le VPN per giocare nei siti di scommesse stranieri non aams


L’utilizzo delle VPN viene però in soccorso, per così dire, anche per chi teme furti di identità, dati personali, raggiri su transazioni, pagamenti, depositi e prelievi quando entriamo a contatto con i vari portali online e siti di scommesse stranieri non aams, giochi d’azzardo in genere e poker online ad esempio. E siccome i controlli su queste piattaforme sono molto rigidi e severi, pur esercitando la propria attività tramite regolari licenze europee, è molto più facile che l’attività dell’utente su questi portali venga tracciata per filo e per segno. Dunque il modo migliore per proteggersi dalla sorveglianza e dalle minacce online è utilizzare una rete privata virtuale o VPN.


VPN e pc

Le VPN sono dispositivi straordinariamente utili che congiungono privacy e anonimato a tutte le proprie attività online, come abbiamo avuto modo di descrivere sopra. E dunque per scommettere su alcuni siti stranieri a cui non è possibile accedere o registrarsi dall’Italia, fuori dal circuito aams, è possibile utilizzare le VPN. Per quanto descritto prima, facendo l’esempio pratico del trovarsi in Sudamerica e voler vedere la Rai in streaming, tramite la VPN potrete accedere facilmente al sito di scommesse sportive straniero scelto perché questo ultimo simulerà il fatto di essere connessi in un altro Paese che non sia l’Italia, sfruttando un server estero.

Quindi, una volta installato il software VPN, questo è in grado di cambiare l’indirizzo IP del vostro computer, cioè l’indirizzo personale che geo-localizza il PC, e farvi navigare anonimamente. Infine rammentiamo che ci sono tantissimi programmi VPN, parte di essi anche gratuiti, col quale scegliere un paese diverso dall’Italia per navigare anonimamente. Di solito vengono consigliati Svezia, Norvegia, Finlandia e Islanda che non adottano abitualmente alcun tipo di censura.

Per noi il migliore programma VPN è Windsribe – SCARICALO ADESSO e accedi al miglior bookmaker DA QUI per ricevere il bonus

SCOMMESSE SUI SITI ESTERI CON LA VPN