Le varie tipologie di scommesse

Le varie tipologie di scommesse

Il mondo delle scommesse è cambiato tantissimo negli ultimi anni, soprattutto con l’avvento delle nuove agenzie. Gli italiani erano abituati al Totocalcio e ai classici segni 1-x-2. Bisognava giocare le partite che venivano messe in schedina e non c’erano margini di errore: o si faceva “13” o non si vinceva nulla.

Le nuove scommesse hanno rivoluzionato completamente il modo di intendere questo mondo, anche perché internet e la nuova era hanno sicuramente dato una spinta in più per la crescita totale del movimento. Ma quali sono tutte le varie tipologie di scommesse? In questo articolo andremo a vedere quali sono i segni su cui è possibile piazzare la propria giocata.

Il classico 1-x-2

La prima tipologia di scommessa che andremo a vedere è quella classica, intramontabile. Il segno 1 indica la vittoria della squadra di casa, mentre il 2 la vittoria da parte della squadra che gioca in trasferta. Il segno X, invece, riguarda il pareggio tra le due squadre. Con le nuove scommesse questi segni sono rimasti invariati e ovviamente sono tra i più giocati, soprattutto quando una squadra favorita gioca in casa.

I segni Under/Over

Le nuove scommesse hanno portato novità anche dal punto di vista della somma dei gol. Infatti queste quote sono tra le più giocate perché prevedono un numero di gol totale da superare o da non raggiungere. Quello più frequente rimane l’Over/Under 2.5: nel caso in cui ci sono 3 gol nella partita, il segno sarà Over, mentre con meno di e gol complessivi il segno da giocare sarà l’Under.

Da diverso tempo si è diffuso anche l’Over/Under 0.5: basta un gol per poter vincere la scommessa o viceversa. Solitamente i bookmakers quotano dallo 0.5 fino al 4.5, ovvero più o meno di cinque gol complessivi. Spesso si possono trovare anche queste quote relative al primo o soltanto al secondo tempo, ma anche per quanto riguarda la squadra di casa o in trasferta: in questo caso la somma dei gol da considerare sarà soltanto quello della compagine scelta.

Gol/No Gol: cosa significa?

Tra le varie tipologie di scommesse troviamo anche i segni Gol e No Gol. Anche questi sono molto facili da comprendere e da giocare, perché danno il 50% totale di probabilità di vincita. Vincerai con il segno Gol se entrambe le squadre hanno messo a segno almeno un gol. Il No Gol vuol dire che una delle due squadre (o entrambe) non ha trovato nemmeno una rete. Le quotazioni sono spesso alte e molto convenienti.

Le varie tipologie di scommesse: i marcatori

I marcatori sono una soluzione alle scommesse davvero pratica e utile. Negli ultimi anni c’è stata una tendenza particolare verso questo tipo di giocate. È possibile scommettere sul marcatore della partita con quote molto alte e che possono far vincere davvero molto. Bisogna però fare una distinzione tra primo marcatore e marcatore nei 90′.

Il primo marcatore (o ultimo in alcuni casi) è quel calciatore che segna per primo, ma non solo nella propria squadra. Facciamo un esempio pratico:

Inter – Napoli – Giocata: Icardi primo marcatore

Se Icardi segna il gol dell’1-0 sarà primo marcatore e la scommessa sarà vincente. Se nel caso Icardi dovesse segnare l’1-1 sarebbe il primo marcatore dell’Inter, ma non del match. In questo caso la giocata non risulterà vincente. Il marcatore nei 90′ cambia le cose: in questo caso il gol può essere segnato in qualsiasi momento della partita. Ma in questo caso la quota sarà molto più bassa.

I parziali-finali e le scommesse del primo tempo

Come abbiamo già evidenziato, le scommesse hanno subito una sostanziale modifica durante gli anni. Infatti è possibile anche scommettere sui parziali-finali o sui risultati del primo tempo. Il parziale-finale indica il risultato nel primo e nel secondo tempo ed è composto dai segni 1-X-2. Se giochiamo ad esempio il segno 1-1 parziale-finale, vuol dire che la squadra di casa dovrà essere in vantaggio sia alla fine del primo tempo che al termine del match.

Le scommesse sul primo tempo sono ovviamente più specifiche rispetto a quelle relative al match. Tutte le quote che riguardano il primo tempo valgono soltanto nei primi 45′. Se ad esempio giochiamo il segno X primo tempo, ma è in vantaggio la squadra di casa, la scommessa non sarà vincente.

I risultati esatti

Tra le varie tipologie di scommesse troviamo anche i risultati esatti. Si può dunque scommettere su come finirà la partita, indovinando precisamente il punteggio finale. Le quote sono molto alte, anche perché non è affatto semplice indovinare il risultato finale di qualsiasi match. Si può giocare anche live (in questo caso le quote si abbassano) oppure si possono piazzare scommesse relative ai risultati esatti soltanto per quanto riguarda il primo tempo.

Come si scommette su una partita di Coppa?

Dopo aver visto le varie tipologie di scommesse, vediamo qual è la differenza tra campionato e coppa. Tutti i segni che abbiamo visto fino a questo momento sono validi soltanto durante i 90′ di qualsiasi partita, sia campionato che coppa. Nel caso in cui si scommette su una partita che prevede l’eliminazione diretta (quindi dei tempi supplementari), i segni saranno validi soltanto al termine dei tempi regolamentari. Questo è molto importante da sapere: molti pensano che anche un Over 2.5 raggiunto nei supplementari possa andar bene. Non è questo il caso, serve assolutamente raggiungere il proprio segno durante i tempi regolamentari, altrimenti la giocata verrà considerata perdente.

GUARDA TUTTI I BOOKMAKERS AAMS

ENTRA NEI BOOKMAKERS NON AAMS (due sicuri sono Betwinner e Betrally)

Lascia un commento